Scuola di Equitazione, Centro Ippico, Circolo e Ristorante

Associazione Sportiva affiliata alla FISE - Federazione Italiana Sport Equestri

  • Arriva a Roma la “botticella elettrica”

    • Arriva a Roma la “botticella elettrica”
    • Arriva a Roma la “botticella elettrica”

    Addio alle storiche botticelle romane, arriva la botticella elettrica

    Al momento è attiva solo all’interno del parco di Villa Borghese ma si pensa che in futuro possa circolare per le strade cittadine.

    Qualcuno le considera il simbolo della città eterna, per altri sono sinonimo di violazioni, sfruttamento e sofferenza, fatto sta che le carrozze trainate dai cavalli, le cosiddette “botticelle”, sono da diversi anni al centro di numerose polemiche. Tra gli enti e le associazioni, non solo animaliste, che si battono per la loro abolizione, in prima linea c’è la Lav, la Lega Antivivisezione. Dopo battaglie, petizioni e campagne di sensibilizzazione, qualcuno ha risposto all’appello in maniera concreta.

    Ed ecco che una nuova carrozza “animal-friendly” ha fatto la sua comparsa, pochi giorni fa, a Roma, all’interno del parco di Villa Borghese. La “anti carrozza a trazione animale”, così è stato ribattezzato il veicolo, è elettrica, a impatto zero e, soprattutto, non prevede l’impiego degli animali. Il costo per la realizzazione di questo primo prototipo si aggira intorno ai 100mila euro, somma messa interamente a disposizione dal Bioparco. Ora si sta pensando di costruirne una seconda.

    Possiamo dire che le “botticelle” siano giunte al loro capitolo finale? Forse è ancora presto, ma la strada è sicuramente quella giusta!

    Alla presentazione di questa nuova carrozza elettrica c’era anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che ha sperimentato la nuova “botticella elettrica” insieme al Presidente della fondazione Bioparco di Roma, Paolo Giuntarelli.

    “Io auspico che questa nuova carrozza possa sostituire le botticelle – ha commentato Giuntarelli – e che le botticelle a trazione animale vengano utilizzate solo nelle ville storiche, mentre queste elettriche per le vie della città. Sono mezzi di trasporto pubblico che andranno regolamentati, magari con una tariffazione ben definita.”

    Le tradizionali carrozze romane trainate dai cavalli hanno affascinato e affascinano i turisti di tutto il mondo, regalando l’impressione di vivere un’esperienza unica, fuori dal tempo, un’esperienza che lascia in bocca il dolce sapore di una favola. Tuttavia, oggi che le estati stanno diventando sempre più torride, con temperature che di frequente sfiorano i 40 gradi, l’aria sempre più inquinata e le strade sempre più trafficate, forse è il caso di domandarsi se il centro cittadino sia davvero il luogo ideale per questi animali, di indole remissiva sì, ma la cui natura è quella di correre liberi attraverso boschi e praterie incontaminate.

    Silvia Rinaldi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>