Scuola di Equitazione, Centro Ippico, Circolo e Ristorante

Associazione Sportiva affiliata alla FISE - Federazione Italiana Sport Equestri

  • GAP: 4 percorsi alla scoperta del Lazio

    • GAP: 4 percorsi alla scoperta del Lazio
    • GAP: 4 percorsi alla scoperta del Lazio

    Itinerari personalizzabili da percorrere a piedi, in bicicletta o a cavallo

    4 modi diversi di vivere la natura, un network turistico equestre che collega siti di straordinaria bellezza e incredibile valore culturale.

    GAP è l’acronimo che sta per “Grande Anello dei Parchi del Lazio”, la più lunga ippovia su base regionale presente in Italia, finalmente diventata realtà grazie all’impegno e al lavoro della Sica onlus. Punto di forza di questo progetto, la natura, ricchezza della nostra regione, per lo più sconosciuta ed ancora integra, in grado di attrarre moltissimi visitatori anche stranieri, considerando la presenza di 32 siti (SIC e ZPS) che fanno parte della rete europea “Natura 2000″.

    Quattro gli itinerari di cui si compone il GAP, tutti diversi ma collegati tra loro. Il primo va da Centeno a Roma, toccando alcune tappe del percorso canonico del pellegrinaggio verso la Capitale. Proprio per questo potrebbe essere considerato una vera e propria “Via Francigena Equestre”. La peculiarità di questo primo itinerario è quella di mantenere lo spirito originario del “Viaggio verso Roma” che nell’antichità avveniva in un contesto assolutamente “verde e rurale”. Non è da sottovalutare inoltre che la Via Francigena è, in ordine di importanza, il secondo percorso Culturale d’Europa. Il secondo itinerario va da Vico Matrino a Vivaro Romano, il terzo da Vivaro Romano al Piano di Montelanico ed, infine, il quarto va dal Circeo di nuovo verso Roma.

    Tradotto in numeri ciò significa: 77 comuni coinvolti, 5 province, 22 SIC (siti di importanza comunitaria), 10 ZPS (zone di Protezione Speciale), 1 Parco Nazionale (il Circeo), 10 Parchi Regionali e quasi 50 operatori. Percorso di straordinario valore, dunque, sia in termini di cultura che di sviluppo e sostegno del turismo verde nel Lazio, regione italiana con il maggior numero di cavalli e razze equine presenti sul proprio territorio regionale.

    Volendo scendere più nello specifico, i Parchi che fanno parte di questo network turistico equestre sono: La Riserva Naturale di Monte Rufeno, il Parco Marturanum di Barbarano Romano, il Parco di Bracciano e Martignano, il Parco di Vejo, il Parco di Sutri, la Riserva Naturale del Lago di Vico, il Parco della Valle del Treja, la Riserva Naturale Nazzano-Tevere- Farfa, il Parco dei Monti Lucretili, il Parco dei Monti Simbruini, il Parco dei Castelli Romani, il Parco dell’Appia Antica.

     

    Silvia Rinaldi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>