Scuola di Equitazione, Centro Ippico, Circolo e Ristorante

Associazione Sportiva affiliata alla FISE - Federazione Italiana Sport Equestri

  • Inverno killer in Inghilterra

    • Inverno killer in Inghilterra

    Crisi, fame e gelo: molti i cavalli a rischio nel Paese

    La World Horse Welfare lancia l’allarme: bisogna assolutamente trovare un proprietario ad ogni cavallo abbandonato

    Dal Regno Unito arriva una notizia scioccante: 6.000 cavalli abbandonati tra Gran Bretagna e Wales rischiano di non superare l’inverno per colpa della fame e del gelo. A denunciare la situazione è la World Horse Welfare, un’associazione inglese che si batte per la tutela dei cavalli nel Paese. Lo chief executive, l’amministratore delegato dell’associazione, Roly Owers, nell’annuale discorso tenuto in occasione del Natale, ha spiegato come il problema dipenda in gran parte dalla crisi economica che sta mettendo in ginocchio il mondo intero e che ha costretto molti proprietari di cavalli a disfarsi dei loro animali. Rispetto al 2006 la World Horse Welfare è riuscita a salvare il 50% dei cavalli vittime dell’abbandono, ma non è ancora abbastanza. Rimangono moltissimi gli animali che rimangono soli, senza un padrone che si occupi di loro e che arrivano al Centro in condizioni disastrose, malati e gravemente denutriti

    “Stiamo lavorando sodo – ha affermato Owers – per portare alla ribalta del pubblico e del Governo la situazione di crisi che sta investendo i cavalli nel nostro Paese. Uno dei problemi più grandi è trovare un proprietario ad ogni cavallo. Abbiamo bisogno di un decreto governativo che da un lato blocchi il fenomeno del pascolo illegale degli animali e dall’altro aumenti la tracciabilità dei cavalli. Stimiamo inoltre – ha proseguito l’amministratore delegato – che negli ultimi 10 anni il numero dei cavalli trasportati al macello è diminuito da 165.000 a 65.000, ma ci sono ancora 65.000 viaggi di troppo! Lottiamo anche per questo”

    Per saperne di più sulla World Horse Welfare clicca qui (http://www.worldhorsewelfare.org/)

    Silvia Rinaldi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>