Scuola di Equitazione, Centro Ippico, Circolo e Ristorante

Associazione Sportiva affiliata alla FISE - Federazione Italiana Sport Equestri

  • L’Emilia Romagna riparte dall’equiturismo

    • L’Emilia Romagna riparte dall’equiturismo
    • L’Emilia Romagna riparte dall’equiturismo

    Quinta edizione del progetto Turismo Equestre firmato Emilia Romagna

    Tanti gli appuntamenti per tutto il 2013 con cavalli e cavalieri impegnati in oltre 3.500 chilometri di percorsi attraverso l’Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Veneto e Lombardia

    “Boschi di cristallo, paesaggi immacolati…cavalcare nella quiete dei silenzi invernali è un’emozione sorprendente – ha dichiarato Tiziano Bedostri, referente regionale Fise per l’equitazione di campagna e ha aggiunto – contrariamente a quanto si pensa, sono molti gli appassionati che affrontano escursioni o viaggi a cavallo anche durante la stagione fredda.”

    Parte così la quinta edizione del progetto Turismo Equestre firmato Fise Emilia Romagna: oltre 3.500 chilometri di percorsi identificati tramite GPS, alcuni percorribili anche con gli attacchi. Il primo appuntamento è previsto per la data del 1 Gennaio con un trekking nelle Valli di Novellara. Dal 3 al 6 Gennaio escursioni sulla spiaggia di Lido egli Scacchi (Fe), mentre il 27 Gennaio è previsto un percorso all’interno del Parco Naturale del Frignano fino sulla vetta del Monte Cantiere, nell’Appennino Modenese.

    Promuovere un’equitazione eco-sostenibile, migliorare la fruibilità dell’equiturismo in Emilia Romagna, alzare il livello qualitativo, questi gli intenti della federazione regionale e del tecnico federale, Tiziano Bedostri, che negli ultimi quattro anni ha collaborato in maniera più che attiva al progetto Turismo Equestre. Un lavoro importante che prima ha visto il grande appoggio della ex presidente regionale Antonella Dallari, ora presidente della Fise nazionale, e che proseguirà sotto la guida di Pamela Meier, nuova presidente della Fise Emilia Romagna.

    “Il Calendario 2013 è ricco di nuovi itinerari tra Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Veneto e Lombardia – ha dichiarato Pamela Meier – dunque l’archivio cartografico si arricchirà ulteriormente, infatti il lavoro di mappatura dei tracciati proseguirà e sarà ulteriormente valorizzato il ruolo dei tecnici, veri garanti della qualità e della sicurezza dei viaggi proposti. Inoltre cercheremo nuove sinergie con il mondo agricolo e lavoreremo per integrare in maniera sistematica l’offerta equi-turistica con l’offerta turistica in generale.”

    Silvia Rinaldi

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>